Metodo e/o addestramento


Educatori cinofili

Il mio approccio, oltre il metodo una filosofia.

Più che di metodo si parla dell’approccio cognitivo zooantropologico, una visione diversa che supera e completa le precedenti, nella quale il cane viene visto con una luce diversa. Per cognitivo si intende l’atto della cognizione, il che presuppone una facoltà mentale del cane, tutto ciò a cui lui arriva è frutto di un ragionamento.
Lo schema è quindi STIMOLO – RIELABORAZIONE – RISPOSTA. La Zooantropologia invece è la disciplina che studia la relazione uomo/ altre specie animali. Il cane non è più solo uno strumento di lavoro ma partner di una relazione e porta con sé le sue emozioni, le sue motivazioni e dunque le sue “rielaborazioni” portando a domandarci il perché di un determinato comportamento e come fare per tirare fuori il meglio.

Questo approccio è stato quello che da subito è entrato nelle mie corde e che mi ha permesso di scoprire molto nella relazione col mio cane e di insegnare ad un proprietario a leggere il mondo del suo cane.